Mi Fido o non mi Fido?

Questa è l’epoca dei dubbi, delle incertezze, delle domande su tutto ciò che ci circonda. Domande che ci facciamo noi, comuni cittadini, e domande che si pongono anche team di studiosi, professori e ricercatori considerati un po’ sopra le righe.
Ed è così che ciò che si è sempre sostenuto, sempre studiato, sempre mangiato, bevuto, fatto, inizia a far venire qualche dubbio a qualcuno che poi ci investe tempo, soldi e lavoro per capirci qualcosa di più.
Con questa premessa chi ci viene in mente? Il movimento contro i vaccini. Ora, lasciando perdere i folli invasati che con qualche lettura su internet pensano di sapere cosa è giusto e cosa no, è innegabile che anche molti addetti ai lavori, come medici e ricercatori si stanno chiedendo se effettivamente i vaccini, tutti o una parte di essi, siano davvero sicuri ed efficaci. Non è il mio campo e gli interessi in gioco sono davvero troppi, ma sono convinta che prima o poi, dopo svariate ricerche e fra parecchi anni, si saprà qualcosa di più anche su questo argomento che riempie le pagine di tutti i giornali da mesi.
Però è così che accade: a qualcuno viene un dubbio, ci ragiona, qualcuno studia sopra, si valutano i risultati dopo molto tempo. E così è accaduto per molte cose nella storia, dalle cose più grandi come la forma della Terra al farmaco considerato valido e poi ritirato dopo anni dal mercato perché estremamente dannoso, o ancora le sigarette di cui prima si faceva la pubblicità decantandone i vantaggi ed ora è obbligatorio scrivere su ogni pacchetto quanto siano pericolose.  Insomma, i dubbi sono leciti, le ricerche sono doverose, le bufale sono dietro l’angolo, la sicurezza personale è nell’interesse di tutti.
Cosa c’entra tutto questo con il Mondo animale? C’entra eccome! Perché il mondo dei nostri amici è anch’esso al centro di numerosi dibattiti e studi. Ne vediamo qualcuno in questo articolo.
“Fido non si fida”
È datato 2002 questo libro firmato da Edgar H. Meyer e Stefano Apuzzo ed è forse la prima indagine condotta sul nostro territorio sul mondo dell’alimentazione degli animali domestici.
Nel 2015 la trasmissione “Report” si occupa di questo argomento e cambia radicalmente l’immagine del cibo per cani e gatti.
Ma è negli Stati Uniti che nasce il primo dubbio diversi anni fa, quando il proprietario di un cane deceduto inizia a fare una battaglia contro una grossa casa produttrice di mangimi. Si apre così un’indagine che vede coinvolte tutte le case di produzione, diversi ricercatori e migliaia di proprietari di cani e gatti che vogliono sapere cosa c’è nelle ciotole dei loro beniamini.
Le ricerche effettuate hanno portato alla luce risultati spiacevoli per il benessere animale: la stragrande maggioranza delle crocchette contengono sostanze dannose per la salute degli animali.
Da quel momento in poi ci sono state una serie di “rassicurazioni” da parte dei produttori e il lancio di nuovissimi mangimi 100% naturali, biologici, senza coloranti e conservanti, olistici e chi più ne ha più ne metta.
Il mio parere a riguardo lo avevo già espresso su questa rubrica nel 2015 ma lo riassumo in maniera semplice e concisa: se al mio cane posso dare del buon cibo ogni giorno diverso e senza che sia riprodotto in palline secche che mi costano il triplo delle materie prime, perché non farlo?
“Il libro nero dei veterinari”
Testo di Jutta Zeigler, austriaca, medico veterinario che si é posta molti dubbi sul mondo dei piccoli animali domestici e sulle patologie più frequenti, ha fatto diverse ricerche e il loro risultato sono in questo libro facilmente reperibile e ben fatto.
Anche lei si è occupata della sfera alimentare, che è a tutti gli effetti la base da cui partire per il benessere del proprio cane e del proprio gatto.
Ma qui si parla anche di vaccini, farmaci, ipermedicalizzazione della vita degli animali e di come poter guardare tutto con uno sguardo più attento e consapevole.
“Dominanza: realtà o mito”
Barry Eaton ci porta nel favoloso mondo della dominanza del cane, un argomento che mi appassiona molto e sul quale c’è un dibattito acceso da molti anni nel mondo della cinofilia.
Libricino semplice ed esaustivo, ci fa riflettere su molte cose alle quali abbiamo sempre creduto ma che forse devono essere lette ed interpretate in maniera differente.

il-libro-nero-dei-veterinari-libro-89502

 

[immagini trovate in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...