“Tranne te, tranne te, tranne te…”

Delle specie animali pensiamo di sapere tutto, su come vivono, su come comunicano, su come si relazionano fra esseri della stessa specie e con specie differenti.
In realtà sappiamo tanto, ma non sappiamo tutto.
Ci accontentiamo di saperne un po’ ed ogni nuova scoperta, a noi appassionati, ci entusiasma e ci diverte come poche altre cose al Mondo!
Ma ora veniamo a quel poco che gli animali ci lasciano scoprire del loro mondo, a quelle curiosità divertenti ed affascinanti che rendono il regno “Animalia” così speciale.
Come ben sappiamo ogni famiglia del regno animale ha delle caratteristiche ben precise, delle abitudini di predazione o difesa che rendono le specie che fanno parte di quella famiglia simili una con l’altra tanto da far parte dello stesso insieme.
Per fare un esempio più pratico possiamo dire che i pesci nuotano, gli uccelli volano, i felini balzano e così via. Eppure…non è sempre così!
C’è qualche “pecora nera” che preferisce fare l’alternativa, che ama differenziarsi dai suoi simili comportandosi in modo anomalo o addirittura presentando caratteristiche fisiche estremamente diverse dalle specie affini.
Il Kiwi
Il Kiwi è un piccolo uccello che si trova prevalentemente in Nuova Zelanda, preferisce gironzolare la notte e rintanarsi durante il giorno, ma sopratutto è uno dei pochi uccelli…inadatti al volo! Sebbene il suo nome significhi “privo di ali” in realtà questi animali hanno delle ali minuscole nascoste sotto il piumaggio.
Un’altra particolarità di questo insolito animale è che le uova vengono covate dal maschio.
Gli Antennarius
Il Pesce rana passa la sua vita sul fondale marino, in attesa che passi una preda da afferrare al volo, preda che ha attratto con un un’esca che muove pazientemente. Ad una bella nuotata il pesce rana predilige una camminata sul fondo, che fa muovendo le pinne come fossero zampe.
Il Basenji
Cane di media taglia dalla fronte corrucciata e la coda arrotolata, è l’unico cane che non abbaia, emette dei versi più simili a dei guaiti o degli ululati ma niente di più. Questo potrebbe far sognare chi desidera avere un cane ma abita in un condominio e ha paura che disturbi il vicinato, ma attenzione, questo non è un cane per tutti.
Le fusa
Le fusa sono un antistress fantastico per tutti coloro che hanno la fortuna di condividere la propria vita con un gatto, ma sebbene questa sia una caratteristica tipica di questo piccolo felino, é abbastanza complessa l’analisi sugli altri componenti della sua famiglia.
Sembrerebbe che nessun altro felino, a parte il gatto e la genetta le sappia fare.
Il ghepardo, la lince e il puma producono dei suoni molto simili alle fusa, ma solo in fase di espirazione, mentre i gatti le possono tranquillamente fare a bocca chiusa mentre respirano.
Nel 1835 fu necessario che due studiosi differenziassero quindi le “fusa feline” dai suoni prodotti dai “gatti ruggenti”, perché, se è vero che solo i gatti fanno le fusa, è anche vero che non possono ruggire come invece fanno tigri, leoni e giaguari.
La rana nera
Tutte le sue cugine saltano, compiono balzi ragguardevoli per sfuggire ai pericoli che le circondano. In sudamerica invece, c’è una piccola rana nera che non ne è capace e che per proteggersi la pelle si lascia semplicemente cadere nel vuoto.
Si trasforma in una specie di palla di gomma e rimbalza senza che provi nessun dolore sbattendo su radici e sassi.
Echidna e ornitorico
Questi due animali sono decisamente fuori dal normale per numerose particolarità ma sicuramente la più significativa é che depongono le uova nonostante siano mammiferi.
Loro sono quello che possiamo chiamare l’anello di congiunzione tra uccelli e mammiferi considerato che portano caratteristiche di entrambe le famiglie ed è proprio questo che li rende estremamente affascinanti.
I Guppy
Se siete sempre stati convinti che tutti i pesci facessero le uova, vi siete sbagliati di grosso.
I Guppy  (ma anche i Platy, i Portaspada e i Molly) invece che deporre le uova come tutti gli altri, partoriscono avanotti “vivi” e questo perché le uova si schiudono nella pancia della femmina.
kiwi

[immagini trovate in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...