Off.

In queste ultime settimane c’è stato un putiferio radiofonico sulla questione animalismo/alimentazione e sull’argomento si sono sprecati confronti televisivi di ogni tipo, articoli sui giornali e centinaia di post sui social. Personalmente, pur avendo una solida posizione sull’argomento, trovo ridicolo e patetico concedere spazio a persone che cercano notorietà con qualsiasi mezzo, una notorietà che non sarebbero mai riusciti ad ottenere senza provocazioni di bassa lega. È importante però rendersi anche conto che peggio della provocazione è la risposta che gli si concede.
La qualità dei programmi televisivi e radiofonici o di chi li conduce è inversamente proporzionale alla modalità di interazione con il pubblico o gli ospiti: più sono alti i toni e forti le parole, più i conduttori si mostrano arroganti, minore sarà la qualità del programma.
E quando il tono e la stupidità arriva a livelli così alti, è solo perché non c’erano più cartucce da sparare nel disperato tentativo di far parlar di sé. Ma basta un attimo per rendersi conto che è sufficiente spegnere l’apparecchio, per liberarsene completamente.
Ma nella grande varietà offerta dallo spettacolo è necessario anche questo, esattamente come per la biodiversità del nostro pianeta è fondamentale anche la presenza dello stercorario.

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...