Una piccola Camargue

La primavera è l’indiscussa stagione dell’amore, delle fioriture e della ricchezza in natura e proprio per questo non può che essere il periodo più indicato per le escursioni all’aria aperta. Quindi da questo numero e per i prossimi cinque, vi consiglierò una meta a settimana, in luoghi poco distanti da Milano, a volte poco conosciuti, ma imperdibili per gli amanti della natura e degli animali.

po2

Parco del Delta del Po

Zona: Emilia Romagna e Veneto  Distanza da Milano: 300km ca. Adatto a: tutti

Figurava già fra le mete che ho suggerito l’anno scorso e non credo ci sia periodo migliore di questo per andare a visitarlo. Sono state da poco riaperte le escursioni guidate, fra queste le visite alla Salina di Cervia, con itinerari a piedi o in barca elettrica (www.atlantide.net/salinadicervia).

Interessanti anche i trekking all’interno del Bosco della Mesola, da fare a piedi, in bicicletta o con il pulmino elettrico, dove è possibile avvistare il cervo della Mesola, definito in questa zona il “re del bosco”.

Consiglio poi agli amanti della tranquillità il birdwatching al Faro di Gorino, sull’Isola dell’Amore, dove si arriva con piccole imbarcazioni silenziose per non disturbare gli uccelli acquatici che qui fanno il loro nido.

Per quanto riguarda i fenicotteri, la specie più fotografata e ammirata di questa zona, è possibile vederli tanto in primavera quanto in estate e si possono scegliere più percorsi: in Emilia Romagna con “La Finestra dei Fenicotteri”, un nuovo itinerario che porta fino a Valle Campo, dove nidificano questi splendidi animali; in Veneto, verso Valle Canelle. (www.parcodeltapo.itwww.primaveraslow.it )

parcopo.jpg

Come è possibile visitare il Parco? A piedi, in bici, con i pullman elettrici delle escursioni organizzate, con diversi tipi di imbarcazioni e a cavallo. Esistono degli itinerari da percorrere in auto, ma credo si perda il gusto di vivere a pieno il senso del contatto con la natura, si disturbano inutilmente gli animali e si inquina un luogo che resta ancora meravigliosamente “pulito” e che offre possibilità decisamente più ecologiche di essere visitato in lungo e in largo.

Domenica 27 marzo è stato aperto al pubblico il Giardino Botanico di Rosolina, suggestivo grazie ai suoi percorsi caratterizzati dai pontili in legno e dalla gran varietà di paesaggi che lo compongono, dal fitto bosco si passa ai canneti, per poi arrivare fino al litorale dove si può godere della vista di una spiaggia più selvaggia rispetto alle classiche distese di ombrelloni e stabilimenti balneari che monopolizzano le zone turistiche poco lontane dal parco.

Il Giardino Ortobotanico / Il sistema di passerelle in legno

Da fare assolutamente nella zona: un’escursione in barca per fotografare i fenicotteri, un trekking a piedi nelle zone più interne, una passeggiata in bicicletta o a cavallo nella zona litoranea.

Eventi da non perdere:

22 aprile – ingresso gratuito al Museo NatuRa (Sant’Alberto – Ravenna)

23/24/25 aprile Porto Viro e Adria in Fiore

1 maggio – Bici, sole, sale – passeggiata in bicicletta dal Parco alla Salina di Cervia (Ravenna)

7/8 maggio – Festival dell’Aquilone (Rosolina Mare)

14/15 maggio – parco in bici Santa (Giulia/Porto Tolle)

(tutti gli eventi e le informazioni sul parco possono essere consultati sul sito www.parcodeltapo.it)

 

[immagini trovate in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...