Gatti neri e Halloween

Fin dal Medioevo il gatto nero è associato alla magia oscura, alle streghe, ai pirati e a tutto ciò che riguarda “il male”. Questo ha permesso la nascita e la crescita di superstizioni nei loro confronti e ciò ha innegabilmente danneggiato l’immagine di un gatto che è a tutti gli effetti… come tutti gli altri.

Dall’America giunge la credenza che durante il periodo di Halloween spariscano gatti neri, sacrificati a riti satanici o torturati per celebrare in qualche modo il male. E quindi si invitano i proprietari a non lasciar uscire i loro amici dal pelo scuro e le associazioni a non farli adottare in questo periodo. Ma tutte queste paure sono fondate o si tratta di falso allarmismo?

Halloween è una festa arrivata dagli States ed ha una tradizione per lo più consumistica e non celebra una vera e propria ricorrenza satanista.

Inoltre, sono state intervistati diversi responsabili di associazioni di tutela del gatto e non sembrano essere mai stati segnalati aumenti di scomparse di mici neri o di arrivi presso i vari rifugi o negli ambulatori veterinari di gatti maltrattati o torturati in corrispondenza del periodo in cui si celebra la “notte degli orrori”.

Quindi, sebbene io capisca le paure di animalisti e proprietari, è del tutto immotivato questo terrore per i propri mici.

Anzi, è importante sapere che i falsi allarmismi producono dei danni non trascurabili.

Primo fra questi, l’EMULAZIONE: la diffusione di video di maltrattamenti, di torture, di notizie che li riguardano, potrebbero spingere qualche pazzo a ripeterle per conquistare sul web qualche minuto di popolarità.

Allo stesso tempo, la diffusione a tappeto di notizie spaventose ma non reali, regala visibilità a falsi reporter, persone che hanno sicuramente poco da fare, e li invoglia a creare nuove notizie tanto preoccupanti quanto infondate, che accrescono il numero di visitatori delle loro pagine online e creando così un pericoloso circolo vizioso che non fa altro che informare male i lettori, rimpinzandoli di paure e falsità.

Ci sono modi più efficaci per aiutare i gatti neri: cercare di combattere le superstizioni che li circondano ed invogliarne l’adozione tutto l’anno mettendo l’accento sulle qualità di ogni meraviglioso felino.

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...