Feste all’aperto e cani, come comportarsi

Vi ricordate le indicazioni del mese scorso che ho scritto in occasione della StraBau?
Per chi non le avesse viste, vi invito a dare un’occhiata al n. 14 del 17 aprile del Sì o No che potete trovare sul sito sionomagazine.netweek.it cliccando sull’icona “sfogliami” oppure sulla pagina Facebook di Canis Ridens di cui sono responsabile.
Per la festa organizzata da Tom&Jerry che si terrà domenica 17 maggio al Parco della Resistenza di Corsico, sono validi gli stessi consigli che possiamo così riassumere: non portare cani che si stressano troppo, lasciate ai vostri cani lo spazio che preferiscono senza forzarli ad incontri con i loro simili se non ne hanno voglia, utilizzate un guinzaglio lungo e lasciatelo morbido quando si avvicinano, evitate di portare con voi cani che hanno già dimostrato di essere pericolosi per gli altri cani, attenzione quando date premietti ai vostri amici se vicino hanno altri animali, non portateli a gironzolare per il parco se hanno appena mangiato e portate cuccioli e cuccioloni che non possono che giovare di un’esperienza così piacevole: fateli socializzare con i cani tranquilli ed equilibrati che sicuramente troverete alla festa.

Oggi voglio invece darvi qualche consiglio per voi e per i vostri bambini per quanto riguarda l’approccio con i cani che incontrerete domenica e che valgono anche per tutte le altre situazioni.

#1 RISPETTIAMO GLI SPAZI RICHIESTI
Nei consigli per la StraBau ho spiegato ai proprietari l’importanza del lasciare al proprio cane gli spazi che richiede ed allo stesso modo lo chiedo ai visitatori della festa: se volete avvicinarvi ad un cane o vuole farlo il vostro bambino, cercate di capire se anche a lui fa piacere o meno. Se si allontana, se si ritrae, se si nasconde dietro al proprietario, lasciatelo stare.

#2 IL VIZIETTO
Inutile mentire, è il vizio di tutti gli essere umani: se ci piace qualcosa sentiamo questa voglia irrefrenabile di “toccarla”. Ma è un vizietto che possiamo controllare e limitare perché, anche se siamo convinti che la coccola sia sempre un piacere, la realtà è ben diversa. Non a tutti i cani fa piacere essere toccati e noi possiamo tentare di essere felici anche con le mani in tasca!
Accarezzate solo i cani che hanno EVIDENTE piacere ad essere toccati, gli altri, nel dubbio, lasciateli tranquilli.

#3 OCCHIO AI BIMBI
Mi raccomando, fate attenzione ai vostri bambini. È importante che non si intromettano quando due cani stanno giocando o si stanno conoscendo, che non si avvicinino ad animali che stanno mangiando, riposando, con un gioco in bocca, agitati o che non hanno voglia di interagire (vedi punto 1 e punto 2).
Insegnate loro a chiedere sempre ai proprietari se possono avvicinarsi ad un cane, a non toccarli ma a farsi annusare le manine aperte.

#4 GNAM, CHE BUONO!
Non date cibo ai cani che non conoscete: non è solo una questione di allergie ed intolleranze, ma anche di abitudini alimentari, ad esempio i cani abituati da anni alle sole crocchette potrebbero andare in dissenteria anche per un solo “sgarro”.

 

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...