Ma che cosa abbiamo fatto?

E’ passato solo qualche mese dal mio articolo sul rinoceronte bianco, del quale rimangono solo sei esemplari e mi ritrovo a parlare nuovamente di questi rinoceronti, anzi, di UN rinoceronte, dato che di rinoceronte bianco maschio ne è rimasto solo uno.

Il mio articolo “Gli ultimi sei” uscito a novembre, raccontava degli ultimi sei rinoceronti bianchi del pianeta, di cui ora ne restano cinque e dei quali solo uno è maschio, l’unico che può contribuire a salvare la sua specie. Ed oggi voglio parlarvi di cosa siano costretti a fare alcuni esseri umani per salvarlo.

Sudan ha circa quarant’anni ed è sorvegliato 24 ore su 24 con dei fucili per evitare che possa essere ucciso dai bracconieri, per lo stesso motivo il suo corno è stato asportato e gli è stato applicato un gps per tenere sempre d’occhio la sua posizione. I bracconieri sono esseri senza scrupoli (ragion per cui accanto ad “esseri” mi rifiuto di utilizzare la parola “umani”) che non hanno nessun interesse per l’animale se non quello di prendere il suo corno e venderlo ai mercati occidentali. I ranger che si occupano di proteggere Sudan e le altre femmine della riserva Ol Pejeta in Kenya, mettono la loro vita in pericolo pur di difenderli perché i cacciatori di frodo non avrebbero nessun problema a far fuori anche loro pur di arrivare all’animale che, essendo privo ora di corno, dovrebbe apparire meno interessanti agli occhi di questi vergognosi mercenari.

Di animali a rischio estinzione ce ne sono centinaia e solo noi possiamo mettere fine a questo scempio informandoci adeguatamente ed evitando i prodotti che possono derivare dall’animale stesso, dalle sue prede o dalle zone in cui vive, anche la distruzione del loro habitat potrebbe essere una causa indiretta della sua sparizione.

 

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...