Maltrattamenti invisibili/2

Desiderate tanto avere un coniglietto nano in casa? Avete uno spazio adeguato da dedicargli? Allora si può fare. Altrimenti, se avete scelto una gabbia, per quanto possa essere spaziosa, dobbiamo fare quattro chiacchiere.

Tenere un coniglio in una gabbietta tutta la vita con al massimo un’ “ora d’aria” quotidiana non è tenere bene un animale. I conigli, come tutti gli altri animali, si stressano in spazi angusti, hanno bisogno di muoversi e di esplorare.

Quali sono le motivazioni più comuni che spingono le persone a tenerli in gabbia?

Lo tenete in gabbia perché avete paura che faccia i bisogni in giro per casa? Sappiate che è possibile mettere una lettiera con del tutolo di mais, del pellet (purché non sia di pino o cedro), palline di carta o segatura pressata che loro useranno proprio come fanno i gatti.

Mettete le sue feci al suo interno e sarà facile che ci torni per farle nuovamente.

Lo tenete in gabbia perché avete paura che rosicchi qualsiasi cosa in giro per casa? I conigli rosicchiano ed è possibile che lo facciano nei posti nuovi, ecco perché è indispensabile tenerli liberi il più possibile, perché più sono limitati in piccoli spazi più cercano di sfogare lo stress rosicchiando una volta che ne hanno la possibilità in spazi più ampi che riescono a godersi per troppo poco tempo. Più tempo starà libero, meno interesse avrà nel rosicchiare ogni cosa. Lasciatelo libero nella stanza posizionando in alcuni punti degli oggetti dedicati alla rosicchiatura, non andrà a cercarne altri. E poi, potete sempre chiudere le stanze più “pericolose” o utilizzare i cancelletti da porta che si usano per i bambini.

Lo tenete in gabbia perché avete gatti o cani che potrebbero essere per lui un pericolo? Perché avete scelto di far convivere due specie così diverse e quasi sempre antagoniste sotto lo stesso tetto? Per il coniglio la presenza del predatore potrebbe essere un continuo ed incessante stress e per il cane/gatto un continuo stimolo. Pensateci prima di costringere entrambi ad una convivenza “difficile”.

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...