10 punti assicurati!

Chi di noi non ha mai giocato a “nomi, cose e città”? Quando ero bambina inventavo sempre nuove categorie e con gli animali ci si può davvero sbizzarrire: animali con le piume, animali con il pelo, animali con le corna, mammiferi, razze di cani.. Oltre ad essere divertente è anche un ottimo metodo per far ripassare ai più piccoli le lezioni di scienze e aumentare le loro conoscenze.

Per chi vuole evitare di scrivere i banali cane, gatto, elefante, ecco qui qualche idea originale per conquistare i tanto ambiti 10 punti nella categoria “animali”: alpaca, allocco, argonauta, beccaccia, bombo, bonobo, cacatua, casuario, chiurlo, dentice, dugongo, echidna, emù, fennec, folaga, ghiottone, gru, halibut e hoatzin con la temuta “h”, impala, ibis, il kiwi è una buona alternativa al koala, licaone, lampreda, mamba, marabù, nasica, nibbio, ocelot, orice, paguro, patella, quokka e quetzal sono buone scelte oltre alla quaglia, rombo, rana pescatrice, sula, sarago, taccola, tinca, e per le ultime e complicate lettere dell’alfabeto potete sfoggiare upupa, uistitì, vombato, wapiti, wallaby, xifoforo, yak, zebù e zibetto. Pronti alla prossima sfida?

 

 

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...