Una corsa in compagnia!

Appesantiti dai pranzi e dalle cene con amici e parenti durante le feste, avete deciso di tornare in linea andando a correre o in bicicletta. Perché non portarsi dietro il cane?

Più persone mi hanno chiesto consigli a riguardo per un duplice motivo: io sono l’esperta di cani e mio marito l’esperto di corsa e sport.

È una buona idea correre o andare in bici con il vostro cane al guinzaglio? La risposta è una sola: no. È una pessima idea. Per natura i cani, anche quelli che amano correre, fanno uno sprint, poi si fermano, poi ripartono, poi si fermano ad annusare, poi corrono, poi si fermano a conoscere quel cane e così via. Quindi, tenendolo al guinzaglio ed obbligandolo a stare al nostro passo, lo costringiamo a fare uno sforzo fisico per il quale i cani non sono portati, non sono adeguati e la maggior parte dei cani che vedo correre con i proprietari, non sono preparati. E lo stesso vale per la bicicletta, anzi, con le due ruote è anche peggio ed i rischi sono maggiori.

Non si può pensare di far correre dieci chilometri un cane che il massimo dell'attività fisica quotidiana che ha fatto sono due passeggiate al parco. E non si può pensare che il cane abbia voglia di fare un’ora di corsa obbligata (perché questo è) solo perché la volete fare voi, quel giorno potrebbe avere mal di testa o mal di schiena, potrebbe essere particolarmente stanco o semplicemente non averne nessuna voglia, ma non può dirvelo.

Attenzione ai cani di piccola taglia, ai brachicefali ( i “musi schiacciati” come boxer, bulldog..), ai cani in fase di sviluppo che potrebbero avere problemi alle articolazioni o ai cani con artrite/artrosi e problemi articolari che potrebbero aggravarsi con uno sforzo fisico di questo tipo.

Esistono discipline cinosportive che consistono nella corsa con il proprio cane, ma il cane deve essere attentamente valutato come idoneo, dovete avere un’attrezzatura adatta (bandito il collare) ed essere seguiti da qualcuno di molto bravo (e ce ne sono pochi che sono così bravi da pensare prima al benessere del cane che alla performance finale).

Correte in campagna o siete soliti correre al parco con il cane libero dal guinzaglio? Se ha la possibilità di fermarsi ogni volta che lo desidera (o ne ha bisogno) e lo vive con serenità, allora perché no?

Fate delle belle passeggiate nel verde, all’aria aperta, anche camminare vi aiuta con la linea e permettete sempre e comunque al vostro cane di fare le sue, naturali, pause.

Se invece volete correre o andare in bici, portatevi la moglie, l’amico o il fratello, condividerete le meravigliose ed ineguagliabili gioie dello sport e sarete entrambe consenzienti.

 

 

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...