Neri, come la notte!

Il colore nero, nel mondo occidentale, è sempre associato a qualcosa di negativo: il dolore, la sfortuna, la morte, le tenebre, il buio. Il cinema ed i racconti hanno contribuito ad accrescere la visione tetra di questo colore anche attraverso i personaggi malvagi vestiti di nero: Dracula e i vampiri, i pirati, le streghe, la morte con la falce e così via.

Sono moltissimi i racconti che si tramandano dal Medioevo sugli animali neri, specialmente gatti e corvi.

Alcune leggende sui gatti riguardano i pirati che pare preferivano i gatti scuri come guardiani alle provviste sulle navi. Una volta attraccate le navi nei vari porti, i gatti fuggivano sulla terra ferma e con il passate del tempo, la presenza dei gatti neri nelle strade, annunciava l’arrivo dei temuti pirati.

Fu animale culto dei Pagani e per questo motivo non godette dell’approvazione dei cristiani per molto tempo, che vedevano in lui un nemico della fede vicino a Satana.

Sono moltissime anche le antiche leggende inglesi ed irlandesi su questo felino, spesso accostato alle streghe e per questo motivo perseguitato a lungo; a molti di loro, purtroppo, vennero riservati gli stessi trattamenti che subivano quelle donne che, per abitudini particolari o voci di paese, venivano considerate streghe.

Ai giorni nostri non possiamo certo dire che il nostro piccolo amico nero goda di ottima fama.

Quanti di voi hanno cambiato strada o hanno pensato di trovare sfortuna, davanti al passaggio di un gatto nero? Potete stare tranquilli, sono solo antiche dicerie!

Conoscete la leggenda dei corvi della Torre di Londra? Pare che se i corvi, presenti da moltissimi anni nei giardini della struttura, abbandonassero la Torre, la corona cadrebbe e con essa la Gran Bretagna. Sono moltissime le storie che ruotano attorno al gruppo dei corvi inglesi, ma sono ancora di più quelle che vedono l’animale come simbolo del male e delle tenebre.

Nella tradizione celtica il corvo accompagnava il dio Odino e nella simbologia ha il significato di morte o guerra, mentre in Germania, leggenda vuole che le streghe volarono sulle montagne per il grande Sabbath in forma di corvi e cornacchie.

Nel Macbeth di Shakespeare è un corvo a portare messaggi di sventura a Lady Machbeth. Infine, in Scozia, la dea dell’inverno appare a volte sotto forma di questo scuro animale ed un solo suo tocco porta la morte.

Fortunatamente però, in molte altre leggende, il corvo è un animale saggio e degno di rispetto.

E’ un animale maestoso ed elegante, anche se le sue abitudini alimentari effettivamente, non lo aiutano ad uscire da questa visione maligna appioppatagli migliaia di anni fa.

 

 

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...