L’amore non ha età

La situazione dei canili in Italia è drammatica, le adozioni ci sono e negli ultimi anni sono anche aumentate, ma più della metà dei cani ospiti, purtroppo, non conoscerà mai il calore di una famiglia.

Ogni volontario di canile impara a riconoscere i cani che vengono adottati più facilmente, quelli più richiesti e ricercati ed inizia a provare una profonda compassione per quelli che nessuno vuole, quelli che ogni weekend si avvicinano ai visitatori, sperando di essere scelti e che saranno scartati a causa dell’età.

I cani sopra i sette anni hanno poche speranze, è inutile girarci intorno, se sono di razza possono fare breccia nel cuore di qualche amatore, ma gli altri hanno poche chance.

Il cane anziano non lo vuole nessuno, perché “non voglio soffrire”, perché “me lo godrei poco”, perché “ormai ha il suo carattere ed invece io voglio crescerlo come preferisco”. E tutto questo mi dispiace. Non dico che non comprendo queste motivazioni, però penso che siano interamente proiettate su se stessi: la MIA sofferenza nel vederlo ammalarsi o morire, la MIA esigenza di plasmare il suo carattere, il MIO desiderio di ammortizzare il tempo che trascorrerei con lui.

Il cane anziano, nella maggior parte dei casi, ha meno esigenze di un cucciolo, le passeggiate sono più brevi, l’antipatia verso i cani dello stesso sesso è solitamente attenuata, è più tranquillo.

E l’affetto che può dare non muta con l’avanzare dell’età.

Vi aspetterà al rientro a casa e vi farà le feste non appena varcate la porta, vi cercherà con lo sguardo quando è libero per assicurarsi che ci siete e vi amerà con la stessa intensità di un cucciolo.

Non sono mai stata una di quelle persone che forza le adozioni, che prova a spingere le persone a prendere un animale, anzi, provo grande rispetto per chi il cane non lo prende, sapendo di non poterlo accudire come si deve.

Vorrei però che si pensasse a più aspetti della vita con il cane e non solo sulla nostra sofferenza nel sapere che probabilmente vivrà poco tempo con noi, perché per lui, quel poco tempo, sarà infinito.

 

[immagine di Susanna Canonico]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...