Gravidanza e a..mici di casa

Hai scoperto di essere incinta e ti spaventa la toxoplasmosi? Grazie agli esami del sangue è possibile verificare la presenza degli anticorpi del parassita: le donne che l’hanno già avuta in passato, spesso in forma asintomatica, possono stare tranquille perché immuni.

Quelle che invece non l’hanno mai contratta e sono quindi “a rischio”, dovranno prestare più attenzione alle loro abitudini, evitando di mangiare carni crude, poco cotte e gli insaccati, è inoltre necessario lavare bene frutta e verdura ed indossare i guanti per i lavori di giardinaggio.

E che dire del gatto di casa, spesso considerato un “untore”? Sul sito del Ministero della Salute è consultabile un’interessante opuscolo di raccomandazioni, rivolto a tutte quelle coppie che cercano un figlio, frutto del progetto “Pensiamoci Prima” a cura dell’Alessandra Lisi International Centre on Birth Defects and Prematurity per il CCM, Centro per la Prevenzione e controllo delle Malattie, che affronta in maniera esaustiva l’argomento ed evidenzia che non è necessario allontanare l’animale, ma è opportuno pulire la lettiera ogni giorno e se possibile affidare il compito ad altri, utilizzare guanti di gomma per la pulizia e non avere, per precauzione, contatti con gatti randagi.

 

[immagine trovata in rete]

(di Susanna Canonico, pubblicato su “Sì o No – Il Giornale dei Navigli”)

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...